Barbecue: 10 consigli per la cottura della carne

Il barbecue è un must della stagione estiva, ma prima di mettersi al lavoro è bene osservare alcuni accorgimenti, soprattutto per quanto riguarda la cottura della carne. Scopriamo insieme come cucinare la grigliata perfetta!

Quando gioia per il palato e benessere si incontrano

La griglia è, con tutta probabilità, la tecnica più antica di cottura della carne, che trae le sue origini dalla scoperta del fuoco. Un modo pratico e gustoso per fare il pieno di benefici bioattivi di cui la carne è ricca, fra cui creatina, coenzima Q10, taurina, carnosina, colina, L-Carnitina, acido lipoico, vitamina B12, vitamina A e D, di vitamine del gruppo B (B1, B2 e B6), PP e K, di selenio, zinco, fosforo, potassio, acido pantotenico, di proteine ad alto valore biologico e di biotina. Vi è poi il ferro eme, indispensabile per la formazione dell’emoglobina e per altre importanti funzioni. Ma affinché la grigliata sia perfetta, per la salute e per il palato, occorre seguire alcune accortezze.

I 10 consigli per la grigliata perfetta

Il primo concetto per una grigliata salutare è la spesa dall’allevatore di fiducia, acquistando carne bovina grass-fed, libera da antibiotici, frollata e proveniente da vasti pascoli come quella di Casa Serra. Inoltre, ti consigliamo di:

  1. Asportare totalmente dalla griglia i residui carbonizzati delle precedenti cotture;
  2. Effettuare la marinatura o la speziatura prima della cottura;
  3. Non usare legname riciclato (vecchi arredi, traverse, cassette) trattato con sostanze chimiche (fungicidi, colle, idrorepellenti, vernici).
  4. Cuocere la carne a temperatura ambiente;
  5. Evitare di cucinare carne appena tolta dal frigo o dal congelatore, in quanto si brucerebbe esternamente rimanendo poco cotta internamente;
  6. Posizionare la carne a una distanza di sicurezza dalla fonte di calore, in modo tale da ridurre la formazione di composti indesiderati;
  7. Tenere le braci vive al momento in cui inizi la cottura: se la carne riceve subito lo shock termico si forma una crosticina esterna, detta “reazione di Maillard”, a garanzia di buona cottura e di sapore pieno.
  8. Cuocere al punto o al sangue evitando la formazione di parti carbonizzate che non vanno mai consumate;
  9. Consumare la carne al naturale o servita semplicemente con un filo di extravergine di oliva e un mix di sali;
  10. Associare alla grigliata di carne, verdure di stagione, in particolare ortaggi violacei come le melanzane e alcuni tipi di cipolle per fare il pieno di antiossidanti e polifenoli.

Il tempo di cottura

Il tempo di cottura della grigliata perfetta varia in base al peso dei tagli: nel caso della costata, se la pezzatura è superiore al kg, sono necessari almeno 16 minuti per lato e qualche minuto per l’osso. In una grigliata mista ricordati di partire dalle carni bianche, che richiedono una cottura più lunga, per poi passare ai tagli di maiale e infine al manzo, il boccone da Re.

Ricevi direttamente a casa il Box Grigliata grass-fed oppure visita lo shop per trovare tanti altri tagli perfetti per il barbecue e provenienti dai nostri pascoli.

Home>Carne Bovina>Ricette>La grigliata perfetta? Ecco come fare

Condividi questo articolo, scegli tu dove!

Scopri i nostri prodotti in vetrina!

  • Box

    Piemontese

    Premium Box di Bovino Adulto Piemontese

    5 kg

    110,00

    Aggiungi al carrello
  • Box

    Piemontese

    Top Box di Bovino Adulto Piemontese

    5 kg

    88,00

    Aggiungi al carrello
  • Box

    Piemontese

    Box Grigliata di Bovino Adulto Piemontese

    4,5 kg

    75,00

    22% Off

    Aggiungi al carrello
  • Box

    Piemontese

    Top Box di Bovino Adulto Blonde d’Aquitaine

    5 kg

    88,00

    Aggiungi al carrello